Dall’Italia alla Patagonia, l’imprenditoria pericolosa di Benetton

Wallmapu

L’associazione Yabastaedibese è lieta di presentare un ciclo di incontri con la resistenza mapuche che da vent’anni si oppone al capitalismo estrattivo di Benetton.

Che cos’hanno in comune Italia e Argentina? Cosa lega le lotte dei Mapuche in Patagonia e dei movimenti dal basso del nostro Paese? Il modello di capitalismo estrattivo così pervasivo nella quotidianità del sud del mondo, ma anche nelle nostre stesse vite, violento e repressivo, incarnato oggi perfettamente dal Gruppo Benetton, trova un facile bersaglio in Patagonia, un territorio ricchissimo di risorse naturali, strappate a qualsiasi costo alla “gente della terra” che ancestralmente se ne prende cura e la difende dall’annientamento. La terra di Facundo Jones Huala, estradato illegalmente l’11 settembre con una grave violazione dei diritti umani. La terra di Santiago Maldonado, desaparecido e assassinato un anno fa, per il quale non smetteremo mai di chiedere verità e giustizia.

Di questo e molto altro parleremo in un ciclo di incontri che vedranno protagonisti Mauro Millán, lonko (guida spirituale) della Comunità Mapuche Pillan Mawiza (Corcovado, Chubut), fondatore dell’organizzazione di comunità Mapuche e Tehuelche ‘11 de Octubre’ e della Radio Comunitaria Mapuche Petü Mogeleïñ, e Ana Margarita Ramos, antropologa e ricercatrice del CONICET (Consejo Nacional de Investigaciones Científicas y Técnicas):

Martedì 16 ottobre a Vicenza – CS Bocciodromo Vicenza, ore 20:30

Mercoledì 17 ottobre a Trento – Centro Sociale Bruno, ore 20:30

Giovedì 18 ottobre a Treviso – Cso Django Treviso, ore 20:30

Venerdì 19 ottobre a Jesi (AN) – Sca TNT ore 18:30

Sabato 20 ottobre a Ferrara – Galleria del Carbone, ore 18:00