You are here
Non pedalate per i crimini israeliani: dite al Giro di tenersi alla larga dall’apartheid Euromediterraneo 

Non pedalate per i crimini israeliani: dite al Giro di tenersi alla larga dall’apartheid






Come Associazione Ya basta! Êdî bese! sosteniamo e divulghiamo il testo della campagna PACBI (Campagna Palestinese per il Boicottaggio Accademico e Culturale di Israele) che prende posizione contro la partenza del Giro d’Italia 2018 da Gerusalemme. Di seguito il testo che abbiamo sottoscritto e che invitiamo a sottoscrivere. Mandate una lettera agli organizzatori della famosa corsa ciclistica italiana per sollecitarli a spostare la corsa da Israele – #RelocateTheRace  Gli organizzatori della famosa corsa ciclistica italiana Giro d’Italia hanno annunciato la partenza dell’edizione 2018 da Israele, con inizio a Gerusalemme seguita da tappe da…

Read More
Caravana México 2017 – Las rutas del los rebeldes Messico 

Caravana México 2017 – Las rutas del los rebeldes






En 2017 el número de migrantes centroamericanos que han intentado alcanzar a Estados Unidos se ha disminuido. Por supuesto, esto no se debe a las mejoras de las condiciones de sus países de origen, sino a la política del terror y del odio puesta en marcha por el nuevo presidente Donald Trump. En cambio, se han aumentado las solicitudes de asilo en México, que hasta hace poco tiempo estaba considerado come un país de tránsito. La respuesta de las autoridades mexicanas corresponde a un aumento de las deportaciones indiscriminadas, de…

Read More
Il giornalista turco Can Dündar costretto a fuggire dal festival di Internazionale per un mandato di arresto di Erdogan. Gli era appena stato consegnato il premio Politkovskaja Kurdistan 

Il giornalista turco Can Dündar costretto a fuggire dal festival di Internazionale per un mandato di arresto di Erdogan. Gli era appena stato consegnato il premio Politkovskaja






di Riccardo Bottazzo – Gli era stato appena consegnato il premio per il giornalismo d’inchiesta dedicato ad Anna Politkovskaja, proprio ieri sera al festival d’Internazionale in svolgimento a Ferrara. Questa mattina, il giornalista turco Can Dündar era atteso dagli studenti di Portomaggiore per spiegare loro perché è importante difendere la libertà di espressione. Ed invece ha dovuto fare le valige in fretta e furia, salire nell’auto di un amico e far ritorno di corsa in Germania. Il dittatore turco, Recep Tayyip Erdogan, ha risposto al conferimento del prestigioso premio dedicato…

Read More
Raccolta fondi per i terremotati in Messico Messico 

Raccolta fondi per i terremotati in Messico






Da oltre vent’anni camminiamo per le polverose carreteras messicane e dopo il devastante settembre di quest’anno sentiamo forte l’esigenza di stare al fianco della popolazione messicana colpita dai terremoti. Per questo facciamo nostra, condividiamo e appoggiamo la raccolta fondi che viene da cittadini italiani residenti a Città del Messico. I due terrificanti terremoti che hanno colpito il Messico l’8 e il 19 settembre hanno mostrato un paese dai volti: fin da subito dal basso e per chi sta in basso si è mossa la macchina della solidarietà, l’autorganizzazione popolare, senza…

Read More
Il Giro della propaganda Euromediterraneo 

Il Giro della propaganda






di Christian Peverieri Sul finire del secolo scorso correvo in bicicletta nella categoria “under 23” e ricordo che una delle corse che sentivo di più era la famosa Popolarissima di Treviso. Il mio sogno era vincerla, non tanto per la vittoria in sé quanto per poter salire sul podio, guardare in faccia lo sceriffo Gentilini e potergli dire: “Io ai razzisti non stringo la mano!” Sarebbe stato più bello della vittoria stessa. Purtroppo le mie scarse doti di velocista mi hanno impedito di realizzare questo sogno ma se si fosse…

Read More
Comunicato di condanna delle violenze nelle comunità mapuche Wallmapu 

Comunicato di condanna delle violenze nelle comunità mapuche






Da alcuni mesi in Argentina è in corso una campagna contro le comunità indigene che rivendicano il diritto di risiedere nei territori ancestrali dei quali si sono impossessati in modo fraudolento grandi proprietari terrieri senza scrupoli. Contro i nativi mapuche della provincia del Chubut, che stanno recuperando al fine della degna sopravvivenza, parte del territorio occupato dal Gruppo Benetton, è in corso un’operazione scientificamente orchestrata su vari fronti e che ha raggiunto un livello di violenza preoccupante e insostenibile, umanamente inaccettabile. Denunciamo all’opinione pubblica e condanniamo: – il pretestuoso arresto, per la seconda…

Read More