La censura turca di Facebook si abbatte su Ya Basta Êdî Bese e Global Project

La pagina facebook di Ya Basta Êdî Bese e Globalproject.info sono state completamente oscurate tra ieri sera e stamattina. Tra le accuse “terrorismo”e “odio organizzato”.   Come accaduto ad altre pagine che stanno denunciando quello che sta accadendo in Siria del Nord, ieri sera Facebook ha nascosto la pagina di Ya Basta Êdî Bese e […]

READ MORE

No alla finale di Champions League di Istanbul

tPubblichiamo e condividiamo un articolo e un appello di Sportallarovescia di boicottaggio della prossima finale di Champions League di calcio che si terrà il prossimo maggio a Istanbul. L’attacco dell’esercito turco alla Rojava non può passare sotto silenzio per questo crediamo sia giusto lottare con ogni mezzo a disposizione contro questa guerra genocida nei confronti […]

READ MORE

La ribellione dei fiori indigeni

Le donne indigene in Argentina dicono BASTA al “terricidio”. Noi donne indigene di diversi territori in conflitto, appartenenti a varie popolazioni indigene dell’Argentina, veniamo a portare il pensiero, la parola, la proposta che è sorta dal cuore della terra che palpita sotto i nostri piedi. Questo cuore è costituito dall’intero mondo spirituale che sostiene la […]

READ MORE

“Buen vivir”, pratiche di resistenza indigena. Incontri con Moira Millán

La resistenza delle donne indigene ai tempi della società estrattivista. Incontri con Moira Millan, weichafe mapuche e coordinatrice del Movimiento de Mujeres Indígenas por el Buen Vivir che raduna donne di 36 etnie indigene in Argentina. Attivista impegnata nella lotta per il riconoscimento dei diritti delle comunità e per il recupero dei territori depredati dell’invasione neoliberista […]

READ MORE

Dal Messico alla Tunisia. Le scarpe dei migranti scomparsi diventano arte e denuncia

Di Riccardo Bottazzo – Imed ha un magazzino pieno di scarpe. Non sono sue. Le ha ricevute dalle madri, dai padri e dai figli dei migranti scomparsi mentre tentavano di raggiungere l’Europa. Sono le scarpe dei loro figli, dei loro padri, quelle che Imed raccoglie. Sono le scarpe dei “desaparecidos” di casa nostra. Il termine in spagnolo non […]

READ MORE