You are here

Viaggio nel Mexico invisible y desaparecido 2015

In Messico la guerra ai narcos, cominciata da Felipe Calderon e proseguita da Peña Nieto, ha prodotto negli ultimi otto anni oltre 30 mila desaparecidos e 100 mila morti.

A questi effetti collaterali è da aggiungere la feroce repressione contro i movimenti sociali e il giornalismo indipendente ai quali sempre più viene tappata la bocca nel sangue.

È una strategia del terrore, che lega narcos e stato, narcoestado, e che induce la popolazione a zittirsi, a non manifestare, a subire abusi e soprusi in silenzio, a non intromettersi nella devastazione e sfruttamento del territorio.

Per dirla alla zapatista, l’idra capitalista si sta divorando il Paese, sfruttando le risorse della terra, devastando i territori, piegando i diritti delle persone nel nome del profitto più sfrenato.

É in questo quadro drammatico che risplendono come stelle le battaglie sociali, politiche e civili dei movimenti messicani. É questa la realtà che, come Associazione Ya Basta! Êdî Bese!, attraverseremo il prossimo agosto con il VIAGGIO NEL MESSICO INVISIBILE E DESAPARECIDO.

Un viaggio tra le realtà sociali che, nonostante questo clima, continuano con ancora più determinazione le battaglie per costruire un’alternativa al capitalismo selvaggio.

Percorreremo le zone calde del Messico, donde está el corazon, attraversando e tessendo legami con chi dal basso a sinistra, soffre, vive, pensa e lotta perché l’agire politico diventi cammino comune in ogni geografia e in ogni calendario.

Il ritrovo è previsto a Città del Messico i giorni 1 e 2 agosto.

Nei giorni dal 2 al 5 agosto attraverseremo il GUERRERO, dove incontreremo i genitori e gli studenti dellaEscuela Rural Isidro Burgos di Ayotzinapa divenuti il simbolo della lucha contra el olvido, per la restituzione con vita dei 43 studenti scomparsi, e punto di riferimento per la battaglia di tutti i genitori deidesaparecidos.

Incontreremo poi le Polizie Comunitarie, forme autorganizzate con cui in numerosi villaggi sono garantite la sicurezza e la giustizia, di fronte al terrore dei cartelli e all’inaffidabile, violenta e corrotta sicurezza istituzionale.

Il 6 e 7 agosto è previsto l’arrivo a SAN CRISTOBAL DE LAS CASAS, punto di partenza per il CHIAPAS degli zapatisti.

Nei giorni 8, 9 e 10 agosto saremo a LA REALIDAD e negli altri territori ribelli e autonomi, dove si costruisce giorno dopo giorno l’alternativa contro il sistema neoliberista. È un’alternativa che parla di uguaglianza, democrazia, giustizia, autonomia, solidarietà, beni comuni, diritti e rispetto della terra. É una realtà che sosteniamo con progetti e sostegno politico. Saremo alla festa per la nascita dei Caracoles, un evento importante per condividere questo ventennale percorso di lotta.

Il viaggio si concluderà con l’uscita dalle comunità zapatiste.

Per partecipare potete scriverci a info@yabastaedibese.it o contattarci tramite Facebook (Ya Basta Venezia) o twitter (@yabastavenezia).

Leave a Comment