You are here
Ma che c’entra Benetton in tutto questo? Wallmapu 

Ma che c’entra Benetton in tutto questo?






Violenza, arroganza, paura. La morte di Santiago Maldonado, l’incarcerazione di Facundo Jones Huala, le violente incursioni della Gendarmeria nei territori occupati dal Pu Lof en Resistencia del Departamento de Cushamen, sono tutti eventi accaduti nei territori recintati da Benetton, con fine unico la tutela dei suoi interessi economici.

Read More
Ancora aggressioni alle comunità mapuche in Chubut Wallmapu 

Ancora aggressioni alle comunità mapuche in Chubut






Riceviamo oggi un messaggio di Moira Millan, attivista mapuche, che ci prega di diffondere la notizia di un rogo, ad opera di uomini armati, che si sta verificando ai danni delle abitazioni dei mapuche che il 20 settembre si erano radunati davanti al tribunale di Esquel per chiedere le dimissioni del giudice che il giorno precedente aveva ordinato il rastrellamento presso la comunità di Vuelta del Rio nella provincia del Chubut. Durante il presidio presso il tribunale, Rogelio Fermin era stato minacciato da Mc Donald amministratore generale dei terreni di…

Read More
Tutti i colori dell’ingiustizia. La Patagonia di Benetton tra violenze e desaparecidos Wallmapu 

Tutti i colori dell’ingiustizia. La Patagonia di Benetton tra violenze e desaparecidos






di Riccardo Bottazzo – Giù, giù, verso sud. Giù, lungo la Ruta 40 raccontata da Chatwin, La Ruta 40 che parte da Buenos Aires e si ferma solo ad Ushuaia. Dopo non c’è niente: è la Fin del Mundo. Sempre a sud, tra gli spazi sconfinati della Patagonia, quando arriverete vicino alla cittadina di Leleque – quattro case in croce per poco più di cento abitanti -, non crederete ai vostri occhi nello scorgere un grande cartellone pubblicitario che vi informa che in quell’immenso niente qualcuno ha costruito un museo….

Read More
Patagonia: aumenta la violenza nei territori del Gruppo Benetton Wallmapu 

Patagonia: aumenta la violenza nei territori del Gruppo Benetton






Era il 2005 quando per la prima volta come Associazione Ya Basta! ci siamo avventurati nei territori della Patagonia, invitati da comuneros mapuche per denunciare lo stato di malessere che subivano, dalle angherie quotidiane ai tentativi di sgombero messi in atto dalla Compañía de Tierras del Sur Argentino. Fu notevole l’indignazione a livello internazionale nel sapere dei corsi d’acqua recintati, degli animali che si impigliavano nei reticolati a cui non erano abituati, dei bambini che per andare a scuola non potevano più attraversare i territori che avevano liberamente percorso per generazioni….

Read More
Comunicato Pu Lof di Cushamen in resistenza Wallmapu 

Comunicato Pu Lof di Cushamen in resistenza






DAL TERRITORIO MAPUCHE IN RESISTENZA! CONTRO LA VIOLENZA CAPITALISTA DI BENETTON! di Red Internacional en Defensa del Pueblo Mapuche Dal 13 marzo 2015, data in cui si iniziò il processo di recupero del territorio contro la multinazionale italiana Benetton, ci appelliamo alle autorità nazionali per il dialogo perché sappiamo che la situazione attuale del nostro popolo Mapuche è dovuta ad un conflitto storico politico di espropriazione e sottomissione, per cui la soluzione deve avvenire attraverso mezzi politici che garantiscano un dialogo politico vero. Ma la nostra comunità ha solo ricevuto violente…

Read More
Facundo Jones Huala finalmente libero! Wallmapu 

Facundo Jones Huala finalmente libero!






Esquel. Regione del Chubut – Patagonia Argentina. Dopo due giorni di udienze, durante le quali gli avvocati della difesa hanno ribadito il carattere politico delle condanne inflitte al leader mapuche, Facundo Jones Huala, il giudice federale ha respinto la richiesta di estradizione avanzata dallo stato del Cile lasciando al giudice ordinario la decisione per la sua completa liberazione o la restrizione domiciliaria.

Read More
Apoyamos la resistencia Mapuche – video Wallmapu 

Apoyamos la resistencia Mapuche – video






Sul palco dello Sherwood Festival a Padova, assieme ad Ana Tijoux, per denunciare la situazione di Facundo Hualae degli altri prigionieri politici mapuche, ingiustamente colpiti dalla repressione del governo argentino e cileno per difendere la propria terra dall’occupazione di Benetton e di altre multinazionali a cui i governi stessi svendono il diritto di saccheggiarle.

Read More