You are here
Cosa c’è dietro la campagna antimapuche Wallmapu 

Cosa c’è dietro la campagna antimapuche






Il modello estrattivo: petrolio, estrazione mineraria, agricoltura, silvicoltura. Una multinazionale (Benetton) con influenza diretta sul potere politico e giudiziario. Politiche statali di espropriazione e sottomissione. Un genocidio che non ha mai avuto il suo “mai più”. Solo alcuni degli elementi alla base della campagna che richiede repressione per il Popolo Mapuche.

Read More
Wallmapu, la marcia delle donne indigene a sostegno del popolo mapuche Wallmapu 

Wallmapu, la marcia delle donne indigene a sostegno del popolo mapuche






Abbiamo tradotto e condividiamo l’appello delle MUJERES ORIGINARIAS POR EL BUEN VIVIR per la grande marcia a sostegno del popolo mapuche che si terrà il 9 dicembre in numerose città di Argentina e Cile. “Mari mari kom pu che”, davanti alla crescente violenza messa in atto dallo Stato cileno e da quello argentino contro il Pueblo Nacion Mapuche che chiaramente riflette la politica razzista, segregazionista e discriminatoria contro i Pu Lof che lottano per difendere la vita e il territorio, la MARCHA DE MUJERES ORIGINARIAS POR EL BUEN VIVIR si…

Read More
Viaggio in Wallmapu:  “Il paradiso perduto non può più attendere” Wallmapu 

Viaggio in Wallmapu: “Il paradiso perduto non può più attendere”






A gennaio 2018 ritorneremo in Patagonia (Argentina e Cile) fra le comunità in resistenza per il recupero territoriale. Sono passati oltre 10 anni dal nostro primo viaggio in Argentina e in Patagonia. Era il 2004 e l’Argentina, dopo il collasso economico del 2001, era nel pieno del fermento popolare: si sviluppavano esperienze straordinarie di “recupero” di fabbriche abbandonate dai padroni e, dopo un paio di anni di cacerolazos e manifestazioni in tutto il paese, grandi novità e spinte dal basso sembrava dovessero rigenerare e prendere il sopravvento sulla corruzione dei…

Read More
Ma che c’entra Benetton in tutto questo? Wallmapu 

Ma che c’entra Benetton in tutto questo?






Violenza, arroganza, paura. La morte di Santiago Maldonado, l’incarcerazione di Facundo Jones Huala, le violente incursioni della Gendarmeria nei territori occupati dal Pu Lof en Resistencia del Departamento de Cushamen, sono tutti eventi accaduti nei territori recintati da Benetton, con fine unico la tutela dei suoi interessi economici.

Read More
Ancora aggressioni alle comunità mapuche in Chubut Wallmapu 

Ancora aggressioni alle comunità mapuche in Chubut






Riceviamo oggi un messaggio di Moira Millan, attivista mapuche, che ci prega di diffondere la notizia di un rogo, ad opera di uomini armati, che si sta verificando ai danni delle abitazioni dei mapuche che il 20 settembre si erano radunati davanti al tribunale di Esquel per chiedere le dimissioni del giudice che il giorno precedente aveva ordinato il rastrellamento presso la comunità di Vuelta del Rio nella provincia del Chubut. Durante il presidio presso il tribunale, Rogelio Fermin era stato minacciato da Mc Donald amministratore generale dei terreni di…

Read More
Tutti i colori dell’ingiustizia. La Patagonia di Benetton tra violenze e desaparecidos Wallmapu 

Tutti i colori dell’ingiustizia. La Patagonia di Benetton tra violenze e desaparecidos






di Riccardo Bottazzo – Giù, giù, verso sud. Giù, lungo la Ruta 40 raccontata da Chatwin, La Ruta 40 che parte da Buenos Aires e si ferma solo ad Ushuaia. Dopo non c’è niente: è la Fin del Mundo. Sempre a sud, tra gli spazi sconfinati della Patagonia, quando arriverete vicino alla cittadina di Leleque – quattro case in croce per poco più di cento abitanti -, non crederete ai vostri occhi nello scorgere un grande cartellone pubblicitario che vi informa che in quell’immenso niente qualcuno ha costruito un museo….

Read More
Patagonia: aumenta la violenza nei territori del Gruppo Benetton Wallmapu 

Patagonia: aumenta la violenza nei territori del Gruppo Benetton






Era il 2005 quando per la prima volta come Associazione Ya Basta! ci siamo avventurati nei territori della Patagonia, invitati da comuneros mapuche per denunciare lo stato di malessere che subivano, dalle angherie quotidiane ai tentativi di sgombero messi in atto dalla Compañía de Tierras del Sur Argentino. Fu notevole l’indignazione a livello internazionale nel sapere dei corsi d’acqua recintati, degli animali che si impigliavano nei reticolati a cui non erano abituati, dei bambini che per andare a scuola non potevano più attraversare i territori che avevano liberamente percorso per generazioni….

Read More