Il Combattente Karim Franceschi a Nordest

Kurdistan

L’Associazione Ya Basta! Êdî Bese! ha il piacere di ospitare nei giorni 25 e 26 febbraio presso il Centro Sociale Occupato Pedro a Padova e presso il Laboratorio Occupato Morion a Venezia due incontri con Karim Franceschi, ragazzo italiano militante dei centri sociali di Senigallia che ha combattuto con la resistenza curda nelle file di YPG in Rojava e a Kobane e contro l’ISIS .

417bsc69ZmL._SX329_BO1,204,203,200_Lasciare tutto – l’amore, gli amici, la propria vita in Italia – per andare a combattere l’Isis con il popolo curdo: questa è stata l’avventura di Karim Franceschi, figlio di un ex partigiano italiano e di sua moglie marocchina. Dopo aver partecipato alla carovana umanitaria Rojava calling e aver visto con i propri occhi la sofferenza dei curdi, nel gennaio del 2015 ha deciso di raggiungere Kobane e unirsi alla milizia volontaria dell’Ypg (Unità di protezione del popolo) per combattere l’avanzata dell’Isis. È lui l’unico italiano che, nemmeno ventiseienne, abbia preso parte alla resistenza in Siria: con il nome di battaglia di Marcello e pochi giorni di addestramento alle spalle, Karim è passato da semplice combattente a membro di un commando, fino a far parte di una squadra di cecchini, diventando un punto di riferimento per i compagni e un pericoloso nemico per i miliziani dello Stato islamico. In questo libro Karim ripercorre la sua storia: l’arrivo in una Kobane in ginocchio, il trauma delle prime battaglie, la resistenza disperata di fronte a un esercito, quello del Califfato, più forte e meglio armato, l’incredibile impresa della liberazione della città e la messa in fuga del nemico, ancora oggi una delle più cocenti sconfitte subite dall’Isis. Un racconto che per la prima volta mette il lettore di fronte a quei soldati islamisti che conosciamo solo attraverso i video della propaganda del Califfato, e che qui invece possiamo vedere in faccia nelle loro atrocità e anche nei loro punti deboli. E nello stesso tempo ci parla della popolazione curda e araba – che spesso identifichiamo soltanto nei profughi in arrivo nel nostro Paese – che con il suo esercito ad alta componente femminile sta resistendo all’avanzata dell’Isis con straordinario coraggio. Il combattente racconta con la forza di un romanzo una storia trascinante e unica, portandoci al centro di una guerra ferocissima e reale che, ormai lo sappiamo, ci riguarda tutti.

GIOVEDI’ 25 FEBBRAIO 2016 ORE 20.30 CSO PEDRO PADOVA
Evento Facebook
https://www.facebook.com/events/1671232183129262/

VENERDI’ 26 FEBBRAIO 2016 ORE 18.30 LABORATORIO MORION
Evento Facebook
https://www.facebook.com/events/968478563232618/