You are here
La battaglia per l’Umanità continua, ieri Kobane, oggi Afrin. Kurdistan 

La battaglia per l’Umanità continua, ieri Kobane, oggi Afrin.






Lunedì 19 febbraio ore 17.30 a Venezia, Aula Morelli, c/o Palazzo Malcanton Marcorà presentazione di Hevalen – Perchè sono andato a combattere l’Isis in Siria di e con Davide Grasso DIALOGO con Davide Grasso e Giuseppe Acconcia (giornalista esperto in Medio Oriente). Introduce Marco Sandi (Associazione Ya Basta Êdî Bese) Davide Grasso ripercorre le tappe della sua scelta di andare in Siria a partire dalla strage del Bataclan di Parigi e da quello che questo evento a significato per l’Europa. Partendo dal suo viaggio dalla Turchia alla Palestina, passando dalla Giordania all’Iraq, per finire in Siria Davide…

Read More
Fermare le bombe turche su Afrin e Rojava Kurdistan 

Fermare le bombe turche su Afrin e Rojava






Manifestazione nazionale del 17 febbraio a Roma Libertà per Öcalan e le/i prigionieri politici – Pace e Giustizia per il Kurdistan L’Associazione Ya Basta! Êdî Bese!  aderisce all’appello per la manifestazione di Roma del 17 febbraio 2018 per “fermare le bombe turche su Afrin, per la libertà per Öcalan e per tutte le prigioniere e i prigionieri politici” convocata e lanciata da Uiki Onlus. La deriva autoritaria in Turchia per mano di Erdogan è sempre più crescente ed allarmante. Oltre la dura repressione che attraversa il paese e l’attacco indiscriminato su Afrin, in…

Read More
#DefendAfrin: con la resistenza dei popoli di Afrin Kurdistan 

#DefendAfrin: con la resistenza dei popoli di Afrin






La Turchia, un paese Nato, continua a colpire in modo indiscriminato coloro che hanno sconfitto l’ISIS attaccandoli nella città di Afrin, simbolo di pace ed accoglienza. L’operazione Ramoscello d’ulivo, un riferimento infelice e davvero poco appropriato per la sua simbologia religiosa, è stata lanciata lo scorso 20 gennaio, dopo mesi di minacce e bombardamenti da oltre confine da parte turca. Le operazioni militari si sono estese con attacchi aerei e operazioni via terra portate avanti da migliaia di militanti dell’esercito libero siriano (FSA) armati e addestrati dalla Turchia. É bastato…

Read More
I dibattiti allo Sherwood Festival 2017 Mondo 

I dibattiti allo Sherwood Festival 2017






I dibattiti e gli eventi a cura dell’associazione Ya basta! Êdî bese! allo Sherwood Festival 2017. Mercoledì 14 giugno, ore 21 presso lo Stand Osteria, inaugurazione della mostra Huellas de la memoria, con la presenza di Dardo Artigas, familiare di un desaparecido del Plan Condor. “Huellas de la memoria è un’opera artistica, dove le orme dei passi pieni di dolore, ma instancabili, dei familiari dei desaparecidos denunciano la situazione spaventosa della popolazione messicana e di quelle dei Paesi del Sud America. Huellas de la memoria è solidarietà con i familiari,…

Read More
La battaglia per l’umanità Kurdistan 

La battaglia per l’umanità






A distanza di più di due anni dalla liberazione di Kobane da parte dei curdi e da tutti coloro che hanno creduto nei valori della rivoluzione del Rojava, il collettivo Li.S.C Venezia e l’associazione Ya Basta! Edi Bese! puomuovono un importante incontro pubblico all’interno dell’università, luogo che in questo modo torna a essere spazio di libero sapere critico. Sin dall’inzio della rivoluzione del Rojava, abbiamo sempre approfondito una delle battaglie che stava segnando quella che gli stessi curdi definiscono una “battaglia dell’umanita” contro le barbarie dello Stato Islamico. Da subito…

Read More
Milano, pace e giustizia per il Kurdistan Kurdistan 

Milano, pace e giustizia per il Kurdistan






11 febbraio 2017 – l’associazione Ya basta! Êdî bese! aderisce alla manifestazione Nazionale a Milano Libertà per Öcalan e per tutte le prigioniere e i prigionieri politici Di seguito pubblichiamo l’appello per la manifestazione di Milano dell’11 febbraio 2017 per la “libertà per Öcalan e per tutte le prigioniere e i prigionieri politici” convocata e lanciata da UIKI Onlus. La deriva autoritaria in Turchia per mano di Erdogan è sempre più crescente ed allarmante, oltre la dura repressione che attraversa il paese, che probabilmente si accentuerà nella corsa alle prossime…

Read More
A Suruç proseguono i lavori del Progetto Rojava Playground Kurdistan 

A Suruç proseguono i lavori del Progetto Rojava Playground






Procedono i lavori per la costruzione di un’area ludico-sportiva in prossimità di diverse scuole: un’area verde, attrezzata con impianti per il gioco e per lo sport eco-compatibili, a disposizione di tutta la popolazione. Uno spazio in cui i giovani attualmente ospitati nei campi profughi possano giocare e fare sport con i propri coetanei, dove le donne rifugiate possano portare i propri figli, per socializzare e incontrarsi con gli abitanti della città e con i compaesani ospitati in altre zone della cittadina turca.Il parco sarà intitolato ad Aylan Kurdi, bimbo morto…

Read More