Sherwood Open Minds | ¡Que Corra La Voz! Chiapas, Messico, Mondo

Messico

Torna domenica 4 novembre Sherwood Open Minds, la trasmissione di radio Sherwood aperta al pubblico che tratta temi di approfondimento politico, con tanti ospiti dal vivo. Quest’anno l’evento, che ci accompagnerà ogni prima domenica del mese, è organizzato insieme a SherBooks – La libreria di Sherwood.
Il primo appuntamento è dedicato al Chiapas e al Messico.

▂ ▃ ▅ ▆ ▇ PROGRAMMA ▇ ▆ ▅ ▃ ▂

►ore 19:00 «¡Que Corra La Voz! Chiapas, Messico, Mondo», con Miria Gambardella (20zln), Luca Martinelli (giornalista), Christian Peverieri e Camilla Camilli (Associazione Ya Basta! Êdî bese!)

►ore 20:00 Aperitivo e cena con specialità messicane (i fondi raccolti andranno a sostenere il progetto di potenziamento del segnale delle radio comunitarie, Radio Despertar, Radio Móvil e Radio San Pedro nel Caracol Hacia la Esperanza de La Realidad https://www.produzionidalbasso.com/project/viaggio-in-messico-la-voz-de-los-de-abajo-luglio-2018/)

► ore 21:30 Kuranderos, poesie e musica dall’America Latina con Camilo Lihué e Raúl Rivero

▂ ▃ ▅ ▆ ▇ DESCRIZIONE ▇ ▆ ▅ ▃ ▂
► Nel corso della trasmissione «¡Que Corra La Voz! Chiapas, Messico, Mondo» discuteremo, insieme agli ospiti, dell’attualità della rivoluzione zapatista, e in generale dell’autonomia indigena, nell’attuale quadro politico messicano. Un quadro oggetto di profonde trasformazioni sia sul piano politico, in particolare in seguito alla vittoria di Andrés Manuel López Obrador – il cui mandato entrerà in vigore il 1 dicembre – alle elezioni presidenziali dello scorso luglio, sia sul piano sociale, per via della centralità del Paese negli imponenti flussi migratori che da tutto il centro America cercano di raggiungere gli Stati Uniti. È di questi giorni la notizia dello sfondamento, da parte di migliaia di migranti onduregni, della frontiera meridionale del Messico. Proprio a novembre si tiene il Forum Sociale delle Migrazioni a Città del Messico, che quest’anno avrà una grandissima importanza, proprio in vista dell’insediamento di Obrador alla presidenza del Paese.

► Aperitivo e cena con specialità messicane: Aperitivo con salse messicane, guacamole (con avocados di provenienza Mexico) e nachos. Piatto unico con tortillas vegetariana (tinga poblana de hongos) o di carne con achiote e chile chipotle ahumado, Frioles refritos e riso alle verdure. Aqua de flor de jamaica, e arroz con leche mexican (pudding al riso) con cannella e vaniglia della foresta calda e umida della Chinantla una provincia della regione di Oaxaca

► “Kuranderos” è un progetto musicale che dà nuova vita alle poesie di Lihue Camilo Rivero Méndez tratte dal libro “Un viaje dentro de un viaje. Cuentos, Prosas Y Relatos Insurgentes”. La raccolta di Camilo nasce come annotazione di viaggio, con alla radice un’esperienza vissuta in Chiapas. Qui il giovane autore argentino si ritrova immerso in una realtà nuova, dove la comunità indigena Maya e la lotta del movimento Zapatista s’intrecciano in una miscela affascinante e suggestiva. Con le sue poesie Camilo prova recuperare la parola perduta di un popolo troppe volte dimenticato da stati e governi, evocandone le cerimonie e i rituali antichissimi. Ad accompagnarlo in questo viaggio c’è anche Raúl Rivero, padre di Camilo, nonché voce e chitarra di “Kuranderos”. Secondo il duo, musica e poesia possono contribuire al benessere del corpo e della mente: “Kuranderos è una nascita cosciente come esseri umani, che scelgono di essere cura e non malattia per la Madre Terra”.
Per seguire meglio lo spettacolo, sarà disponibile per il pubblico una traduzione a stampa del libro di Camilo. Le traduzioni italiane sono a cura di Giulia Tusset.