Never alone

Il terzo report della Carovana Internazionale per l’apertura di un corridoio umanitario verso Kobane.   tratto da Rojava Calling Martedì 15 settembre Continuano ad arrivare partecipanti alla Carovana mentre prosegue l’offensiva turca nei confronti del Kurdistan.  La sera del 14 settembre il pullmino della Carovana diretto ad Urfa è stato fermato e perquisito dalla polizia. All’interno […]

READ MORE

Cizre è Kobane, Diyarbakir è Kobane

II report della Carovana internazionale per l’apertura di un canale umanitario verso Kobane.  tratto da Rojava Calling Lunedì 14 Settembre Incontri con la municipalità di Suruc, il co-presidente del cantone di Kobane, la rappresentante delle donne di Kobane, il comitato di gestione della crisi e la deputata HDP Leyla Güven.

READ MORE

“We can be free together but we can’t be free alone”

Primo report della Carovana Internazionale per – tratto da Rojava Calling Primo giorno di Carovana internazionale per l’apertura di un corridoio umanitario verso Kobane al confine turco-siriano. Nel centro culturale Amara e nei campi profughi intorno a Suruç da oggi fino al 16.

READ MORE

Con un piede a Kobane e uno (scalzo) a Venezia

articolo tratto da Globalproject.info di Tommaso, Pasquale e Marco. Nel dibattito che ha suscitato la cruda immagine del cadavere del bambino affogato sulla spiaggia turca di Bodrum, l’opinione pubblica mondiale sta finalmente aprendo gli occhi sui luoghi e sulle cause del fenomeno migratorio che penetra le mura della Fortezza Europa.

READ MORE

L’assedio di Cizre, la Kobane turca

articolo tratto da Globalproject.info scritto da Tommaso, Pasquale e Marco che in questo momento si trovano a Suruç.  L’assedio di Cizre è finito questa mattina, all’alba. Dal 4 settembre i suoi centodiecimila abitanti sono stati stretti dalla morsa dell’esercito turco. I carri armati hanno sbarrato le strade di accesso alla città per circa sei giorni, mentre […]

READ MORE

Turchia- Si accentuano gli scontri tra l’esercito e il Pkk

Camminando per le strade di Istanbul si ha la sensazione di essere lontani anni luce dalla guerra e dalle tensioni che invece scuotono la Turchia da qualche mese. I clacson dei taxi e il rumore dello scorrere di vite normali nascondono una realtà che nessun cittadino turco può ormai negare. 

READ MORE