#Cambiagiro, chi ama lo sport odia l’apartheid

GIORNATA INTERNAZIONALE DI AZIONE CONTRO IL GIRO D’ITALIA IN ISRAELE! Come attivisti e attiviste dell’associazione Associazione Ya Basta Êdî Bese abbiamo voluto, assieme a diversi studenti e studentesse universitari, aderire a questa giornata di azione internazionale contro il Giro d’Italia lanciata dal movimento BDS Italia Lo scopo di questa campagna mira a chiedere all’Unione Ciclistica Internazionale (UCI) e […]

READ MORE

Non pedalate per i crimini israeliani: dite al Giro di tenersi alla larga dall’apartheid

Come Associazione Ya basta! Êdî bese! sosteniamo e divulghiamo il testo della campagna PACBI (Campagna Palestinese per il Boicottaggio Accademico e Culturale di Israele) che prende posizione contro la partenza del Giro d’Italia 2018 da Gerusalemme. Di seguito il testo che abbiamo sottoscritto e che invitiamo a sottoscrivere. Mandate una lettera agli organizzatori della famosa corsa ciclistica […]

READ MORE

Il Giro della propaganda

di Christian Peverieri Sul finire del secolo scorso correvo in bicicletta nella categoria “under 23” e ricordo che una delle corse che sentivo di più era la famosa Popolarissima di Treviso. Il mio sogno era vincerla, non tanto per la vittoria in sé quanto per poter salire sul podio, guardare in faccia lo sceriffo Gentilini […]

READ MORE

Questa terra è la nostra terra, difendiamola!

L’associazione Ya basta! Êdî bese! sezione di Venezia aderisce alla giornata di mobilitazione cittadina “Spolveriamo la nostra città” promossa dall’Assemblea Permanente Contro il Rischio Chimico di Marghera e dal Comitato Marghera Libera e Pensante per il giorno sabato 4 marzo 2017. Nella nostra attività in Messico, in Patagonia, o in Kurdistan siamo a fianco delle […]

READ MORE

La fattoria senza padroni

(di Riccardo Bottazzo – tratto da FrontiereNews) Nelle colline del Chianti, tra filari di viti e boschi di ulivi, c’è una fattoria senza padroni. E per raccontare la sua storia, partiremo dalla fine. Siamo a pochi chilometri da Firenze. Trovare la fattoria non è facile perché bisogna indovinare lo sterrato giusto, dopo aver navigato a […]

READ MORE

Il ruolo delle aziende israeliane nello sfruttamento delle risorse idriche palestinesi

 di Giovanni Fassina Con gli accordi di Oslo del 1994, Israele per la prima volta riconosceva formalmente il diritto dei palestinesi ad accedere alle fonti d’acqua presenti in Cisgiordania e nella striscia di Gaza. Tuttavia, dopo più di 20 anni, i palestinesi non possono ancora usufruire pienamente delle proprie risorse idriche a causa delle restrizioni […]

READ MORE